viola-payoff

Raccomandazioni del Tavolo Minori Migranti per la protezione e l’accoglienza dei minorenni afgani

Il Tavolo Minori Migranti, di cui Defence for Children International Italia è parte, ha inviato una serie di raccomandazioni alle istituzioni italiane per l'accoglienza e la protezione dei minorenni afghani, richiamando l'attenzione su:

- la necessità di garantire i più alti standard di accoglienza alle famiglie e ai minorenni non accompagnati giunti in Italia con le evacuazioni; 

- l'urgenza di organizzare trasferimenti legali e sicuri per i minorenni che si trovano in Afghanistan in situazione di rischio

- la necessità di garantire protezione e assistenza umanitaria ai minorenni rimasti nel paese. 

Leggi le Raccomandazioni

 

Destinatari della lettera, inviata lo scorso 8 settembre, sono Mario Draghi, Presidente del Consiglio; Luciana Lamorgese, Ministro dell’Interno; Luigi Di Maio, Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale; Lorenzo Guerini, Ministro della Difesa; Roberto Speranza, Ministro della Salute; Andrea Orlando, Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali; Elena Bonetti, Ministra per le pari opportunità e la famiglia; Antonio Decaro, Presidente ANCI; Carla Garlatti, Autorità Garante per l'Infanzia e l’Adolescenza.

 

  • Noi
  • Capire
  • Dire
  • Agire
Fondata durante l’Anno Internazionale del Fanciullo (luglio 1979) da Nigel Cantwell e Canon Moerman, Defence for Children International ha contribuito attivamente al processo di stesura della Convenzione sui Diritti del Fanciullo delle Nazioni Unite Read More

I diritti umani delle bambine e dei bambini vengono sistematicamente violati. Un mondo adulto incurante delle conseguenze produce guerra, povertà, esclusione sociale, distruzione dell'ambiente imponendo così alle più giovani generazioni il proprio devastante impatto. Non è più possibile limitarsi a constatare queste gravi situazioni e rispondere ad esse con semplici azioni di beneficenza.
E' necessario capire e interrogare in modo approfondito le ragioni, le cause e le responsabilità che determinano queste violazioni per identificare soluzioni capaci di prevenirle e istituire appropriate risposte.

Molti sono coloro che dichiarano genericamente la propria solidarietà e la propria indignazione per le gravi condizioni che coinvolgono l'infanzia nel mondo. Pochi sono coloro che hanno il coraggio di parlare apertamente.
E' necessario aumentare la capacità di identificazione e di denuncia delle condizioni che rendono i bambini più vulnerabili.

E' certamente importante tradurre in azioni concrete la nostra solidarietà con le generazioni più giovani. In molti casi però questo attivismo non è collegato ad una comprensione reale della situazione delle persone a cui si rivolge e proprio per questo le risposte sono estemporanee e non durano nel tempo. Ogni azione per l’infanzia deve realizzarsi a partire da una comprensione precisa  del contesto nel quale viene realizzata e riaffermare attraverso la sua realizzazione una logica fondata sui diritti.

2013 | ® Defence for Children International Italia

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.