viola-payoff

Le origini

Defence for Children International ha svolto un ruolo di primo piano nel processo di stesura e di finalizzazione della Convenzione sui Diritti del Fanciullo (CRC). Defence for Children International ha mobilitato il mondo delle ONG e ha coordinato tutte le organizzazioni coinvolte nelle sessioni di stesura e di discussione (1979-1989).

Nel 1983 si è costituito un gruppo guidato da Unicef per promuovere l'obiettivo di avere la Convenzione pronta per essere adottata dallíAssemblea Generale delle Nazioni Unite nel 1989.

Dopo l'adozione della CRC dal parte dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 20 novembre 1989, le sezioni di Defence for Children International si sono attivate per fare azioni di lobby sui governi affinché ratificassero la nuova carta. Da allora è stata ratificata da tutti i Paesi del mondo, ad eccezione di Somalia e Stati Uniti.

Il Paese che ratifica è obbligato per legge ad attuare tutti i provvedimenti necessari per garantire i diritti dei bambini.

Le sezioni di Defence for Children International furono spesso le prime a prendere l'iniziativa per creare un Rapporto Alternativo per il Comitato sui Diritti dell'Infanzia, o per dare avvio a coalizioni nazionali.

Defence for Children International continua a difendere la Convenzione sui Diritti dell'Infanzia, monitorando che essa venga implementata e applicata sistematicamente dagli Stati Membri e contribuisce attivamente e in maniera significativa per diffondere una cultura dellíinfanzia basata sui diritti umani.

La Convenzione è lo strumento più importante e significativo per la difesa e promozione dei diritti dei bambini. Questo trattato internazionale considera per la prima volta il minore di 18 anni come soggetto di diritto, cioè come detentore di diritti civili, sociali, politici, culturali ed economici, al pari degli adulti evolvendo ed integrando una prospettiva sull'infanzia esclusivamente concentrata sui bisogni con una significativa logica fondata sui diritti.

2013 | ® Defence for Children International Italia

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.