viola-payoff

Progetti

Children's Rights Behind Bars 2.0

Favorire la partecipazione per una positiva reintegrazione sociale dei minorenni detenuti

crbb

La presente iniziativa è concepita come il seguito del progetto “Children’s Rights Behind Bars - I diritti dei minorenni detenuti” e del progetto “Twelve - Promozione dell’articolo 12 della Convenzione ONU nell’ambito del sistema di giustizia minorile” e si inserisce all’interno dell’obiettivo globale di Defence for Children International di analizzare e migliorare la situazione dei bambini e ragazzi detenuti in tutto il mondo. Il progetto CRBB 2.0 è co-finanziato dal Programma Diritti, Uguaglianza e Cittadinanza dell’Unione Europea e coinvolge un partenariato transnazionale che comprende le seguenti organizzazioni:

Leggi tutto: Children's Rights Behind Bars 2.0

Progetto ELFO

CITTADINANZA ATTIVA, TUTELA E AFFIDO FAMIGLIARE PER I MINORENNI SOLI 

 

Il 1 dicembre 2016 è partito il progetto "ELFO - Formazione di tutori e famiglie affidatarie per bambini e ragazzi privati delle cure parentali". I minorenni privi o separati dalla famiglia, rimangono senza quella protezione e quella guida che normalmente è assunta dai genitori, con il rischio di rimanere esposti e vulnerabili a situazioni di abuso, abbandono e sfruttamento (Tolfree, 2005). Tuttavia, ogni minorenne ha diritto a vivere in un ambiente che lo sostenga, lo protegga, si prenda cura di lui/lei e ne promuova lo sviluppo e il pieno potenziale. Secondo le linee guida delle Nazioni Unite sull’Accoglienza dei bambini fuori dalla famiglia d’origine.

 

Leggi tutto: Progetto ELFO

My Lawyer, my rights

LA FIGURA DELL'AVVOCATO DIFENSORE DEL MINORENNE COINVOLTO IN PROCEDIMENTI PENALI  

mlmr

Il diritto all’accesso alla giustizia e all’assistenza legale gratuita e alla rappresentanza nell’ambito del procedimento penale è essenziale per consentire ai minorenni di esercitare i loro diritti in modo pieno ed efficace. Una buona difesa svolge un ruolo cruciale per quanto riguarda le misure adottate dal giudice ma anche nella capacità del minorenne di reintegrarsi socialmente e riabilitarsi dopo il procedimento di giustizia penale. Durante tutto il percorso del procedimento, è importante che il minorenne sappia come e quando contattare l'avvocato, cosa aspettarsi, come agire se questo servizio non è soddisfacente, etc.

Tuttavia, nonostante sia riconosciuto il diritto alla rappresentanza legale per tutti i minorenni accusati o sospettati di reato, questo non viene adeguatamente attuato in tutti gli Stati. Le misure adottate a livello nazionale sono spesso insufficienti; l’accesso alla giustizia e all’assistenza legale rimane ancora una sfida in molti paesi europei, dove tale diritto è spesso applicato in maniera difforme e discontinua. La mancanza di linee guida chiare ed uniformi si trasforma nell’incapacità di offrire ai minorenni un servizio adeguato e nel garantire che i loro diritti siano pienamente rispettati.

Leggi tutto: My Lawyer, my rights

Formazione specialistica sui diritti dell'Infanzia e Adolescenza rivolta a operatori dei servizi socio-educativi e sanitari

italian stamp greyLa Convenzione Onu sui Diritti del Fanciullo, adottata dall’Assemblea delle Nazioni Unite nel 1989, dopo un lungo processo di stesura, ha introdotto un radicale cambiamento di approccio nei confronti dell’infanzia e dell’adolescenza. Per la prima volta, grazie alla Convenzione, i bambini e i ragazzi al di sotto dei 18 anni vengono considerati soggetti di diritto, capaci di partecipare attivamente alla società.

La Convenzione ha un carattere programmatico multidisciplinare, offre un quadro di riferimento chiaro e sistemico per implementare nella pratica i principi in essa contenuti ed è il trattato più ratificato al mondo ed è entrata a far parte del corpus normativo italiano con la legge 176 del 1991.

Nonostante il suo carattere vincolante, tuttavia rimane ancora poco conosciuta e poco applicata tra i soggetti che operano per e con bambini e adolescenti. Fondata durante l’anno internazionale del Fanciullo, il 1979, Defence for Children international ha contribuito attivamente al processo di stesura di questo trattato che rimane il riferimento principale in tutte le attività che conduce a favore delle più giovani generazioni.

A venticinque anni dalla ratifica della Convenzione nel nostro paese, per ribadire il suo impegno e per riportare l’attenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, Defence for Children international Italia lancia una campagna intensiva di formazione rivolta a tutti i soggetti che operano per e con i bambini e gli adolescenti, nell'ambito del progetto “THEAM – Formazione multidisciplinare sui Diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza”, co-finanziato dal Programma Giustizia - Diritti, Uguaglianza e Cittadinanza della Commissione Europea. 

 

CALENDARIO CORSI:

  2016  
15-18 settembre Genova, Laboratorio Migrazioni - Via della Fava Greca 8 chiuse le iscrizioni
22-25 settembre Palermo, Centro Santa Chiara - Piazza Santa Chiara chiuse le iscrizioni
6-9 ottobre La Certosa di Avigliana (To) www.certosa1515.org -
20-21 ottobre e 17-18 novembre Bari, c/o Garante Regionale per l'Infanzia chiuse le iscrizioni
24-27 novembre  Genova, Laboratorio Migrazioni - Via della Fava Greca 8

chiuse le iscrizioni

15-18 dicembre Gioia del Colle - Centro Aperto Polivalente, via Aldo Moro n . 52. chiuse le iscrizioni
  2017  
23-24 febbraio & 9-10 marzo Comune di Ancona - patrocinio del comune, in collaborazione con l'associazione La Voce dei Bambini Onlus Aperte le iscrizioni

 

DOCUMENTAZIONE:

docxSCHEDA D'ISCRIZIONE

pdfSCHEDA INFORMATIVA BREVE

 

 

SÓLFARIO - Il sogno europeo

Lo scorso mese di marzo ha avuto luogo ad Oldenburg in Germania uno scambio incentrato sul teatro pedagogico Considerati gli ottimi risultati e il valore del progetto, l’Unione Europea ha approvato e finanziato un altra iniziativa che verrà realizzata in Islanda il prossimo mese di aprile. I partner del progetto, oltre a Defence for Children international Italia, sono la scuola islandese Fjòlbrautaskolin, un liceo per ragazzi dai 16 ai 20 anni, che si trova a Gardabaer, una cittadina nelle vicinanze di Reykjavik , e la JugenKulturArbeit e.V. Oldenburg in Germania.

Leggi tutto: SÓLFARIO - Il sogno europeo

TWELVE - Articolo 12

 

Twelve Ver PurpleIl 1° ottobre scorso partito il progetto "TWELVE - Promuovere l’applicazione dell’Articolo 12 della Convenzione ONU sui Diritti del Fanciullo all’interno del sistema di giustizia minorile". Secondo le principali norme internazionali e comunitarie in materia di diritti dell’infanzia e le Linee Guida sulla giustizia a misura di bambino del Consiglio d'Europa, i minorenni devono avere accesso a un trattamento adeguato nell’ambito del sistema di giustizia. 

Ascoltare i ragazzi, prendere in considerazione le loro opinioni e raccomandazioni, capire le loro aspirazioni e preoccupazioni e tenerne conto all’interno dei processi decisionali è di fondamentale importanza affinché le pratiche e le politiche siano appropriate ed efficaci ma anche perché si tratta di diritti umani inderogabili ai sensi dell'articolo 12 della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti del fanciullo (CRC) e gli standard internazionali.

Leggi tutto: TWELVE - Articolo 12

2013 | ® Defence for Children International Italia

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.