viola-payoff

Progetti in corso

BECOME SAFE

Schermata 2021 09 10 alle 12.54.54

Il progetto "BECOME SAFE - Building Efforts for Children On the Move in Europe through Systemic Approaches, Facilitation and Expertise" mira a migliorare la protezione di minorenni non accompagnati e giovani migranti vittime o a rischio di violenza, a sostenere i loro diritti all'assistenza e ad una cura di qualità rivolta alle vittime di violenza nell'UE.

Per raggiungere questo scopo, il progetto utilizza tre strategie complementari per promuovere miglioramenti sistematici e sostenibili nella protezione dei minorenni e dei giovani migranti in Belgio, Italia, Spagna e Grecia. Questo avverrà attraverso il coinvolgimento di ragazze e ragazzi, minorenni non accompagnati e degli operatori che lavorano a contatto con loro. 

Leggi tutto: BECOME SAFE

iCARE - Migliorare la situazione dei minorenni coinvolti nei casi di sottrazione internazionale attraverso la cooperazione giudiziaria e la mediazione famigliare

Il progetto iCare mira a incrementare la cooperazione giudiziaria e lo scambio di informazioni tra le Autorità Centrali, gli esperti legali (Giudici, avvocati, ecc.) e i mediatori familiari, nonché a rafforzare la posizione delle persone minorenni nei casi di sottrazione internazionale.

Il progetto si prefigge l’elaborazione di una metodologia dettagliata, comprensiva di una serie di raccomandazioni e di una piattaforma elettronica ad uso delle Autorità Centrali, degli esperti legali e dei mediatori familiari, nel pieno rispetto del diritto della persona minorenne ad essere informata e al fine di accrescere la conoscenza dei genitori in tale ambito. Sarà, altresì, creato un Chatbot, che fungerà da primo punto di richiesta informazioni per persone minori di età e genitori. Il progetto vuole inoltre realizzare una maggiore sensibilizzazione, agevolare l'apprendimento reciproco e contribuire ad una divulgazione efficace (piattaforma elettronica, workshop nazionali, webinar, video, newsletter e una conferenza finale).

Il progetto è realizzato con il sostegno del programma Giustizia della Commissione europea sotto il Grant Agreement Nº 101007436.

iCare logo final

Leggi tutto: iCARE - Migliorare la situazione dei minorenni coinvolti nei casi di sottrazione internazionale...

E-PROTECT 2

Il progetto E-PROTECT II  in Italia coordinato da Defence for Children International Italia e dal Dipartimento per la Giustizia Minorile e di Comunità, promuove un'azione di cooperazione inter-istituzionale a sostegno del pieno recepimento e dell'applicazione della Direttiva UE sui diritti delle vittime (2012/29/UE) in relazione ai minorenni vittime di reato.

L'obiettivo principale è quello di promuovere una metodologia incentrata sui minorenni e basata sui diritti per effettuare la valutazione individuale dei minorenni vittime di reato, in conformità con gli articoli 22-24 della direttiva.

Durante la prima fase di E-PROTECT (2017-2019), è stata sviluppata e testata una metodologia per la valutazione individuale in consultazione con operatori e professionisti dei diversi paesi partner. Dal 2020 al 2022, i partner di E-PROTECT organizzeranno una serie di eventi a livello nazionale, bilaterale ed europeo per promuovere un approccio alla valutazione individuale delle vittime di reato minorenni basato sui diritti e per rafforzare la cooperazione multidisciplinare e inter-istituzionale.

Nell'ambito di tali eventi info-formativi e di scambio, questa serie di incontri coinvolgeranno operatori e professionisti che lavorano con e per i minorenni vittime di reato in diversi ambiti: nelle forze dell'ordine e nel sistema giudiziario, nel settore sociale e della protezione dell'infanzia, nei servizi di assistenza sanitaria e di istruzione e in altri settori rilevanti.

Guarda i video prodotti durante la prima fase di E-Protect http://www.defenceforchildren.it/risorse/video.html

CREW - Contribuire a rinforzare i diritti dei minorenni indagati o imputati nei procedimenti penali in Italia

Crew logo purple

Il progetto CREW è stato concepito congiuntamente da DCI Italia e dal Ministero della Giustizia a seguito dell'implementazione di un precedente progetto finanziato dalla Commissione Europea "My Lawyer, My Rights", che mirava a sostenere gli Stati Membri nella corretta attuazione delle direttive europee in materia di diritti processuali con un focus particolare ai minori accusati o sospettati di reato.

Obiettivo generale del progetto è quello di sostenere la corretta attuazione delle disposizioni della Direttiva UE 800/2016 sulle garanzie procedurali per i minori indagati o imputati in procedimenti penali su tutto il territorio italiano.

Leggi tutto: CREW - Contribuire a rinforzare i diritti dei minorenni indagati o imputati nei procedimenti...

MiRI – Il diritto all’informazione del minorenne nell’ambito dei procedimenti civili

Il progetto MiRi, co-finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del Programma Justice Action Grants 2018, ha ad oggetto il diritto dei minori a ricevere adeguate informazioni nei procedimenti civili transfrontalieri che li riguardano.

Il diritto fondamentale del minore di partecipare e di esprimere le proprie opinioni nei procedimenti che lo riguardano è uno dei principi guida della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti del fanciullo del 1989 (come affermato nell'articolo 12), e consiste in uno delle principali condizioni preliminari per garantire che l'interesse superiore del minore sia preso in considerazione primaria in tutti i casi che lo riguardano. Il diritto dei minori di essere ascoltati nell'ambito di procedimenti legali è garantito anche dalla Convenzione europea sulla protezione dei diritti dell'uomo (CEDU), come incorporata nell'art. 8 secondo l'interpretazione data dalla Corte europea dei diritti dell'uomo. Di conseguenza, gli stessi principi sono contenuti nell'art. 24 della Carta dei diritti fondamentali dell'Unione europea, in base alla quale i regolamenti dell'UE, come il regolamento (CE) n. 2201/2003, hanno esplicitamente dichiarato che a un minore deve essere data l'opportunità di essere ascoltato in procedimenti giudiziari.

Leggi tutto: MiRI – Il diritto all’informazione del minorenne nell’ambito dei procedimenti civili

2013 | ® Defence for Children International Italia

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.