viola-payoff

Progetti in corso

SafeGuard - più sicuro con il tutore

Schermata 10-2456947 alle 13.10.37Il 1 settembre è partito il progetto "SafeGuard, più sicuro con il tutore: promuovere un modello per la nomina tempestiva del tutore nei punti critici di sbarco italiani al fine di aumentare la protezione dei minorenni separati dai rischi di abuso, sfruttamento e tratta", co-finanziato dalla Commissione Europea Programma Prevenzione e Lotta alla Criminalità.

Precedenti progetti europei (GATE – Tutori contro tratta e sfruttamento, Closing a Protection Gap, progetto ENGI), così come la Convenzione sui diritti dell’infanzia, il Commento Generale n . 6 e 12, il Piano d'azione dell'UE per il 2010, le direttive UE ( 2003/9/CE - 2004/83/CE - 2011/36/UE ) sottolineano l'importanza della nomina tempestiva del tutore come fattore chiave per la protezione da fenomeni di tratta e sfruttamento dei minorenni migranti.


La presente iniziativa mira a promuovere un modello per la nomina tempestiva del tutore nei punti critici di sbarco italiani. Il progetto si concentrerà in Sicilia come uno dei principali punti di ingresso in Europa di migranti in arrivo dalle coste del Mediterraneo (il numero è andato aumentando in modo significativo negli ultimi anni a causa delle emergenza Nord Africa/Siria), ma mira ad avere un carattere più ampio coinvolgendo altri referenti nazionali ed europei che partecipino ed orientino il processo (Garante Nazionale per l’Infanzia e l’Adolescenza, NIDOS, International Social Service). In particolare la presenza di NIDOS, un’organizzazione olandese di tutori consolidata e competente, sarà coinvolta a titolo consultativo nell’azione, fornendo valore aggiunto all'azione.


L'iniziativa si svilupperà attraverso le seguenti attività interconnesse:

  • 
Definizione del modello di tutela - con un'analisi della situazione nei principali punti di sbarco in Italia, attraverso la consultazione con tutori e attori chiave, con i minorenni ospitati nelle comunità e con i referenti delle reti di tutori che operano in altri paesi dell'Unione europea e che partecipano a l'azione in qualità di partner.
  • Applicazione del modello a livello locale - con la definizione di pratiche operative e procedure in collaborazione con le autorità locali e gli attori chiave nella regione siciliana, uno dei punti più congestionati di arrivo di minorenni non accompagnati migranti dalla coste del Mediterraneo. 
  • Formazione al fine di rafforzare e qualificare il ruolo e le funzioni del tutore in Sicilia
  • Diffusione del modello - con il coinvolgimento degli enti locali e centrali italiane, saranno definite delle raccomandazioni che verranno presentate in occasione di un seminario finale nazionale organizzato in Italia con la partecipazione di attori chiave di riferimento

Partner del progetto:
Associazione I Girasoli (capofila)
Defence for Children international Italia
Nidos Foundation

Associati:
Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza
Comune di Catania
Servizio Sociale Internazionale
Arci Sicilia

Inizio del progetto: 1 settembre 2014  per 24 mesi

 

logo eu

Progetto co-finanziato dal Programma Prevenzione e Lotta alla Criminalità dell'Unione Europea 

2013 | ® Defence for Children International Italia

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.