Progetti in corso

Ri-generazioni

  • Stampa

DCI Regenerations socials Facebook Immagine condivisa 1200x630 copia

Dall’esperienza condotta in questi anni nell’ambito delle attività di ricerca-azione, formazione e supporto dei tutori volontari, emerge che una delle grandi problematiche rimane il passaggio alla maggiore età a causa delle scarse opportunità dei ragazzi di integrarsi nel tessuto sociale. Questo periodo che porta al termine di tutta una serie di garanzie che si hanno grazie alla minore età,  è vissuto dai ragazzi in maniera molto tormentata e quasi in solitudine. 

Se da una parte i giovani migranti trovano un sistema di accoglienza volto a soddisfare i loro bisogni primari e di protezione, nella pratica i ragazzi si trovano spesso a vivere in condizione di “isolamento”, in un mondo quasi parallelo con pochissime interazioni con il territorio e con i giovani autoctoni della loro età. Permangono inoltre notevoli difficoltà, primo fra tutti l’acquisizione di un livello linguistico adeguato che consenta di muoversi agilmente nel nuovo contesto di accoglienza, la quasi impossibilità di accesso a percorsi di formazione qualificata che possano condurre al più presto nel mondo del lavoro, la totale disconnessione con la comunità locale.  

Il progetto Rigenerazioni nasce dalla necessità di potenziare meccanismi di inclusione sociale delle giovani generazioni di persone migranti (young) a seguito del compimento dei 18 anni, attraverso il coinvolgimento della comunità locale che li accoglie nei percorsi di accoglienza fin dalla minore età.  Il coinvolgimento e il supporto di membri della società civile che diventano "mentor", ovvero punti di riferimento per questi ragazzi e ponti tra loro e la propria comunità diventa un elemento importante di inclusione e valorizzazione delle competenze, delle storie e dei vissuti di questi giovani.

Il progetto Rigenerazioni intende quindi supportare un percorso di coinvolgimento e formazione di cittadini che intendono diventare dei punti di riferimento (“mentori”) di giovani persone migranti provenienti da paesi terzi e ospitati in accoglienza sul territorio Ligure, per accompagnarli nel delicato e difficile processo di passaggio alla maggiore età.

A tal fine l’iniziativa, oltre ad attivare percorsi di formazione e sostegno continuo dei cittadini interessati, prevede l’organizzazione di eventi pubblici di carattere artistico e ricreativo che promuovano l’incontro tra le diverse culture e generazioni, la continua testimonianza del processo attraverso la compilazione di un “memoir”  e la produzione di un video-documentario e la produzione di materiale multi-mediale di comunicazione, lo scambio e la promozione dei contenuti del progetto in altri territori italiani e stranieri.   

Obiettivi

Obiettivo Generale: Favorire l’integrazione sociale, culturale ed economica di giovani persone migranti (18-21), tramite il rafforzamento e la promozione di attività di volontariato, in particolare programmi locali di mentoring sociale a livello comunitario (cittadini e famiglie di supporto per ragazzi migranti neo-maggiorenni).  

Obiettivi specifici:

  1. Formare e supportare cittadini volontari quali attori-chiave per l’integrazione socio-culturale e lavorativa di giovani persone migranti a livello locale;
  2. Promuovere e favorire scambi tra giovani, volontari e la comunità locale ospitante attraverso iniziative sportive, culturali e altre iniziative culturali che favoriscano l’integrazione;  
  3. Consolidare e se necessario attivare meccanismi di cooperazione tra tutti gli attori coinvolti nel promuovere l’integrazione di giovani persone migranti a livello locale al fine di migliorare l’impatto, l’efficienza e la sostenibilità delle politiche, pratiche e strategie locali.  
  4. Promuovere e rafforzare programmi di mentoring su base volontaria in altre comunità e valorizzare le buone pratiche già in atto. 

 

La proposta si fonda sull’assunto che il mentoring, cioè la relazione tra una persona con più esperienza la quale assume un ruolo di guida (mentore) nei confronti di un giovane in fase di crescita con l’obiettivo che quest’ultimo sviluppi maggiori competenze in ambito formativo, lavorativo e sociale, possa rappresentare un’efficace azione di integrazione dei giovani provenienti da paesi terzi. 
Il mentoring valorizza le risorse presenti nella comunità, perché si fonda sull’impegno civile di cittadini che volontariamente decidono di relazionarsi con le più giovani generazioni con lo scopo di supportarne il progetto di vita. 

Partner: 

  • Defence for Children Italia (Coordinamento)
  • ARSIS – Grecia (partner in Grecia)
  • Associació Punt de Referència (partner in Spagna)

 Schermata 2019 09 19 alle 11.45.04

Durata: 36 mesi  

Data di inizio: 1° dicembre 2018

Localizzazione: In Italia il progetto si focalizzerà in Liguria con estensioni nazionali

 

Diventa Mentore! Scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.!

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.