viola-payoff

Campagna Profughi Bosnia - aggiornamento

Il 31 dicembre 2020 Defence for Children Italia ha lanciato una campagna di raccolta fondi per fornire ai profughi bloccati nella località dell'ex campo Lipa in Bosnia, beni essenziali, compresi vestiti caldi, sacchi a pelo, cibo e kit igienici.

Ad oggi i fondi raccolti sono pari a euro 5780, fondi che saranno trasferiti interamente a IPSIA, una ONG indipendente che opera in Bosnia ed Erzegovina dal 1997 e che fornisce assistenza in loco.  

"Grazie per la vostra importante risposta a all'appello che abbiamo lanciato” afferma Pippo Costella Direttore di Defence for Children Italia "Ci piacerebbe continuare in forme diverse la nostra relazione di solidarietà e cooperazione con questo significativo luogo del mondo e le persone che vi transitano. Questa nostra piccola ma importante iniziativa ci conferma che possiamo farlo insieme!”

A breve pubblicheremo un rendiconto per illustrare in modo più specifico l'impiego dei fondi raccolti e una certificazione esterna relativa al loro trasferimento integrale in loco.

138314857 4894135450658248 2266388171186613407 n
 

Realizzeremo presto un incontro on-line con la responsabile dell’organizzazione in loco Silvia Maraone per tutti coloro che desiderano approfondire. Daremo notizia dell’incontro sulla pagina Facebook. 

Per un aggiornamento: https://www.corriere.it/video-articoli/2021/01/21/bihac-dentro-campo-lager-migranti-lipa-bosnia-che-sognano-l-europa-fila-sotto-neve-ciabatte/194641e0-5b1d-11eb-998b-12ca609f8cfa.shtml

dona
 
 

Progettare l'accoglienza - Percorsi di formazione educativa e psicosociale per operatori di comunità per minorenni stranieri non accompagnati

Nell’ambito del progetto SUPPORTS, Defence for Children promuove un percorso formativo online rivolto ad operatori nell’ambito dell’accoglienza per minorenni. 

Schermata 2021 01 18 alle 10.37.17

L’obiettivo della formazione è rafforzare un approccio fondato sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza sulla base della Convenzione ONU sui Diritti dell’Infanzia (CRC), intesa come piattaforma sistemica e multidisciplinare - per orientare la progettualità e la prassi pedagogica delle strutture di accoglienza per minorenni, in particolare stranieri non accompagnati, sia al loro interno, sia nel rapporto con l’esterno. 

pdfVolantino_TOT_SUPPORTS_NEW.pdf

Programma: 

Il percorso si articola in 4 sessioni online di 3,5 ore ciascuna che affronterà i seguenti temi: 

1) La struttura della CRC e i fondamenti per utilizzare un approccio basato sui diritti umani delle persone minorenni

2) Applicazione dei principi e delle norme della CRC nella micro e macro progettazione

3) La condizione dell’infanzia e dell’adolescenza nei processi di sviluppo attraverso la lente dei diritti - specifico focus sulle dinamiche migratorie.

4) Partecipazione e ascolto delle persone minorenni quali condizioni imprescindibili per la sostenibilità dei progetti educativi

5) Relazione con il contesto locale, regionale e nazionale nel favorire una fuoriuscita sostenibile dai percorsi di accoglienza residenziale.

Leggi tutto: Progettare l'accoglienza - Percorsi di formazione educativa e psicosociale per operatori di...

Emergenza Profughi Bosnia

Schermata 2020 12 31 alle 12.09.13

fotobosnia2

Quasi tutte le strutture del Campo di Emergenza di Lipa, che ospitava circa 1.400 migranti e che si trovava nel nord-ovest della Bosnia Erzegovina, sono state distrutte da un incendio il 23 dicembre scorso. A questo numero di persone si aggiungono circa 1.500 migranti, richiedenti asilo e rifugiati - tra cui donne e bambini - bloccati nei campi informali e nei boschi circostanti. Dopo l’incendio, il numero complessivo di persone che hanno bisogno di assistenza è salito a quasi 3.000, secondo quanto riportato dall'OIM.

Il progetto di trasferimento temporaneo dei migranti in una struttura chiusa nel centro di Bihac ha suscitato le proteste dei residenti. Rimasti senza una soluzione, rifugiati e richiedenti asilo hanno appoggiato dei cartoni sul pavimento e installato delle barriere improvvisate per la propria privacy all'interno dell'unica tenda rimasta in piedi nel campo di Lipa. Molti di loro si sono rifugiati in tende fatte con sacchi per la spazzatura nelle foreste gelate nelle vicinanze del campo. Alcuni si riscaldano tenendo i piedi bagnati sopra piccoli fuochi accesi all'aperto, mentre altri si avvolgono in coperte per scaldarsi. Molti hanno soltanto delle scarpe da ginnastica da indossare nella neve.

Nel corso degli anni diversi movimenti per i diritti umani hanno documentato violazioni da parte delle autorità croate, tra cui gravi abusi e violenze sessuali nei confronti di rifugiati e migranti. Donne e minorenni non sono stati risparmiati dalle violenze. Una dichiarazione congiunta rilasciata sabato scorso da diverse organizzazioni umanitarie, tra cui il Consiglio danese per i rifugiati, l'UNHCR e l'Agenzia delle Nazioni Unite per le migrazioni, ha esortato le autorità locali a trovare immediatamente una soluzione alternativa. "Le strutture ancora esistenti sul posto non sono sicure e rischiano di crollare a causa delle continue nevicate. A causa della mancanza di riscaldamento, congelamenti, ipotermia e altri gravi problemi di salute sono già stati segnalati da coloro che sono bloccati sul posto", riporta la dichiarazione. "Spetta alle autorità fornire una protezione minima a coloro che sono rimasti bloccati al di fuori dei centri di accoglienza in una situazione di grave degrado.”

Mentre è fondamentale che le autorità locali trovino soluzioni alternative sicure e protettive, l'assistenza immediata è fondamentale. Migliaia di vite sono a rischio. È necessario agire immediatamente.

Defence for Children International Italia sta collaborando con IPSIA, una ONG indipendente che opera in Bosnia ed Erzegovina dal 1997 e che fornisce assistenza in loco. Un conto bancario ad hoc è stato istituito e tutti i fondi saranno utilizzati per fornire beni essenziali, compresi vestiti caldi, sacchi a pelo, cibo e kit igienici, in modo che queste migliaia di persone bloccate nella località dell'ex campo Lipa possano sopravvivere alle gelide temperature invernali.

"Chiediamo a tutte le cittadine e i cittadini di esprimere concretamente la loro solidarietà all’inizio di questo nuovo anno” spiega Pippo Costella direttore di Defence for Children Italia "Si tratta di un’azione urgente e immediata per proteggere la vita e i diritti di tante persone ma anche un modo per riaffermare la nostra prospettiva, aperta oltre qualsiasi confine”.

SCARICA IL COMUNICATO >>> pdfITA - pdfENG

dona

 

Conversazioni ….in Genere

Perché è importante sensibilizzare in merito all’uguaglianza di genere?

Cosa intendiamo per stereotipi di genere e cosa producono?

Come ci possono aiutare le fiabe e i racconti?

home2

Queste sono alcune delle questioni che affronteremo durante le nostre conversazioni rivolte alle famiglie, dove presenteremo il lavoro condotto nell’ambito dell’iniziativa europea “Fairy Tales”.

Il progetto si è svolto nel corso del 2019 e 2020 con insegnanti, bambine e bambini dell’Istituto Nazionale Colombo di Genova.

Attraverso la lettura delle fiabe e la scoperta degli stereotipi di genere, questa iniziativa intende rendere maggiormente consapevoli le nuove generazioni sui diritti e sulle condizioni che rendono possibile la realizzazione di una effettiva parità di genere con l'obiettivo di prevenire fenomeni di violenza e discriminazione.

>>> Prossimo incontro: 14 gennaio dalle ore 10.00 alle ore 11.30

Per iscriversi Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

DCI Italia aderisce a Liguria 2030

Defence for Children Italia è parte del tavolo di lavoro multistakeholder volto a promuovere e diffondere l’Agenda ONU 2030 sul territorio ligure, in stretto raccordo con gli obiettivi e le azioni di ASviS – Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile.

Per mettere a sistema tutti i soggetti impegnati concretamente in percorsi di sviluppo sostenibile è stato redatto e firmato un Protocollo di intenti da associazioni/enti a livello locale che aderiscono ad ASviS attraverso il rispettivo livello nazionale, unitamente a soggetti locali, Istituzioni, imprese, associazioni e/o loro reti.agenda2030

Leggi tutto: DCI Italia aderisce a Liguria 2030

SAVE THE DATE - Fiabe... in genere - Terzo Ciclo

Seminario info-formativo rivolto ad insegnanti, educatori, operatori scolastici e sportivi su possibili percorsi teorico- pratici per l’educazione al genere di bambini da 5 a 7 anni

Schermata 2020 06 24 alle 12.08.41

Il percorso formativo si strutturerà in cinque incontri online della durata di circa 3 ore ed è organizzato nell’ambito del progetto europeo “Fairy Tales”, un’iniziativa sperimentale realizzata in collaborazione con scuole dell’infanzia ed elementari in Italia, Grecia e Bulgaria nel biennio 2019/2020.

L’esperienza ha coinvolto bambine e bambini di 5, 6 e 7 anni, i loro genitori e i loro educatori in una riflessione attiva sugli stereotipi di genere utilizzando le fiabe classiche e della tradizione.

Attraverso l’utilizzo di modalità teorico-pratiche e partecipative, il percorso formativo affronterà i temi relativi alla differenza di genere a partire dai principi e dalle norme indicate dalla Convenzione ONU sui diritti dell'infanzia, da un approccio pedagogico interculturale ispirato dalla condivisione filosofica con i bambini.

In autunno si svolgerà il secondo ciclo del corso nelle seguenti date:

27 e 29 Ottobre 2020 e 3, 5 e 10 Novembre 2020

16:00 - 19:00

Per richiedere informazioni ed inviare la manifestazione di interesse scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., inserendo i propri dati personali e una breve lettera motivazionale.

Se le condizioni lo consentiranno, fra tutti i partecipanti, dieci persone saranno invitate a prendere parte all’evento finale del progetto “Fairy Tales” che si terrà a Sofia, in Bulgaria a fine 2020. I costi di viaggio, vitto e alloggio saranno interamente coperti dal progetto.

pdfClicca qui per scaricare la locandina dell'evento

 

2013 | ® Defence for Children International Italia

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.