viola-payoff

Situazione dei minorenni in arrivo dalla "rotta balcanica" e Direttive della Procura presso il Tribunale per i Minorenni di Trieste

Defence for Children Italia, unitamente ad altre 11 associazioni, ha sottoscritto una lettera alle autorità in cui sono stati segnalati casi e criticità derivanti dall’applicazione di due direttive della Procura della Repubblica presso il Tribunale dei minorenni di Trieste. Oltre alla mancata previsione dell’attivazione dell’accertamento dell’età come prevede la legge 47/2017, anche il differente trattamento delle persone rintracciate in frontiera non trova riscontro nella normativa vigente. 

Nella comunicazione, inviata lo scorso 9 febbraio 2021, ASGI, CAIT, Amnesty International Italia, CeSPI – Centro Studi di Politica Internazionale, CIR – Consiglio Italiano per i Rifugiati, CNCA – Coordinamento Nazionale Comunità di Accoglienza, Defence for Children International Italia, INTERSOS, Oxfam Italia, Salesiani per il Sociale, Save the Children Italia, Terre des Hommes hanno espresso forte preoccupazione per la situazione dei minorenni stranieri non accompagnati che giungono in Italia attraverso la “rotta balcanica” e in particolare per le prassi adottate nei confronti dei minorenni rintracciati in prossimità della frontiera italo-slovena.

Scarica la lettera

 

Ciclo di Seminari Formativi Il diritto del minorenne ad essere informato nell’ambito dei procedimenti civili

25 e 26 febbraio 2021

Il progetto MiRi, co-finanziato dalla Commissione Europea ha ad oggetto il diritto dei minorenni a ricevere adeguate informazioni nell’ambito dei procedimenti civili che li riguardano. Il diritto fondamentale della persona minorenne di partecipare e di esprimere le proprie opinioni nei procedimenti che lo riguardano è uno dei principi guida della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza del 1989 (come affermato nell'articolo 12), e consiste in uno delle principali condizioni preliminari per garantire che l'interesse superiore del minore sia attuato in tutti i casi che lo riguardano. Tuttavia, il diritto fondamentale del minore a partecipare e a esprimere le proprie opinioni nei procedimenti sopra menzionati non può essere effettivamente esercitato (né direttamente né indirettamente) se il minore non riceve adeguata conoscenza e sostegno.

Scarica il programma

Leggi tutto: Ciclo di Seminari Formativi Il diritto del minorenne ad essere informato nell’ambito dei...

LA LEGGE 47/2017: UN SISTEMA DI ANALISI E AZIONE - Presentazione del Rapid Assessment su accoglienza e integrazione dei minorenni stranieri non accompagnati a Roma, Genova, Bologna, Palermo, Ancona

Quali sono le condizioni di accoglienza e le possibilità di integrazione per i minorenni stranieri non accompagnati? Defence for Children International Italia (DCI) e l’Osservatorio Sui Minori Stranieri Non Accompagnati del CeSPI – Centro Studi di Politica Internazionale - hanno cercato di rispondere a questo interrogativo sviluppando un sistema organico di monitoraggio sperimentato in alcuni territori rilevanti, guardando alla L. 47/17 come un sistema di analisi e azione. La pubblicazione del primo rapid assessment, con prefazione dell’On.le Sandra Zampa, presenta i risultati della ricerca condotta nel 2020.

Misurare laccoglienza e lintegrazione dei MSNA nelle realtà locali italiane LA LEGGE 47 2017 UN SISTEMA DI ANALISI E AZIONE Presentazione del Rapid Assessment su accoglienza e integrazione dei MSNA a Roma Genova 2

Leggi tutto: LA LEGGE 47/2017: UN SISTEMA DI ANALISI E AZIONE - Presentazione del Rapid Assessment su...

L’allarme delle organizzazioni della società civile: le pratiche di respingimento dell’Italia alla frontiera con la Slovenia violano la Legge Zampa sulla protezione dei minori non accompagnati

DCI Italia aderisce all'appello di 14 enti della società civile rivolto al Ministero dell'Interno, alla Procura presso il Tribunale per i Minorenni di Trieste e alle autorità competenti. Attraverso il presente appello, chiediamo che siano adottate tutte le misure necessarie per cessare le riammissioni illegali alla frontiera italo-slovena nei confronti di richiedenti asilo e migranti, compresi i minorenni, e per la piena applicazione delle norme previste dalla Legge 47/2017 (Legge Zampa) sulla protezione dei minorenni non accompagnati, con particolare riferimento all'accertamento dell'età e al divieto assoluto di respingimento.

Leggi il comunicato stampa

Campagna Profughi Bosnia - aggiornamento

Il 31 dicembre 2020 Defence for Children Italia ha lanciato una campagna di raccolta fondi per fornire ai profughi bloccati nella località dell'ex campo Lipa in Bosnia, beni essenziali, compresi vestiti caldi, sacchi a pelo, cibo e kit igienici.

Ad oggi i fondi raccolti sono pari a euro 5780, fondi che saranno trasferiti interamente a IPSIA, una ONG indipendente che opera in Bosnia ed Erzegovina dal 1997 e che fornisce assistenza in loco.  

"Grazie per la vostra importante risposta a all'appello che abbiamo lanciato” afferma Pippo Costella Direttore di Defence for Children Italia "Ci piacerebbe continuare in forme diverse la nostra relazione di solidarietà e cooperazione con questo significativo luogo del mondo e le persone che vi transitano. Questa nostra piccola ma importante iniziativa ci conferma che possiamo farlo insieme!”

A breve pubblicheremo un rendiconto per illustrare in modo più specifico l'impiego dei fondi raccolti. E' disponibile pdfuna certificazione esterna relativa al loro trasferimento integrale in loco.

138314857 4894135450658248 2266388171186613407 n
 

Realizzeremo presto un incontro on-line con la responsabile dell’organizzazione in loco Silvia Maraone per tutti coloro che desiderano approfondire. Daremo notizia dell’incontro sulla pagina Facebook. 

Per un aggiornamento: https://www.corriere.it/video-articoli/2021/01/21/bihac-dentro-campo-lager-migranti-lipa-bosnia-che-sognano-l-europa-fila-sotto-neve-ciabatte/194641e0-5b1d-11eb-998b-12ca609f8cfa.shtml

dona
 
 

Progettare l'accoglienza - Percorsi di formazione educativa e psicosociale per operatori di comunità per minorenni stranieri non accompagnati

Nell’ambito del progetto SUPPORTS, Defence for Children promuove un percorso formativo online rivolto ad operatori nell’ambito dell’accoglienza per minorenni. 

Schermata 2021 01 18 alle 10.37.17

L’obiettivo della formazione è rafforzare un approccio fondato sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza sulla base della Convenzione ONU sui Diritti dell’Infanzia (CRC), intesa come piattaforma sistemica e multidisciplinare - per orientare la progettualità e la prassi pedagogica delle strutture di accoglienza per minorenni, in particolare stranieri non accompagnati, sia al loro interno, sia nel rapporto con l’esterno. 

pdfVolantino_TOT_SUPPORTS_mar.pdf

Programma: 

Il percorso si articola in 4 sessioni online di 3,5 ore ciascuna che affronterà i seguenti temi: 

1) La struttura della CRC e i fondamenti per utilizzare un approccio basato sui diritti umani delle persone minorenni

2) Applicazione dei principi e delle norme della CRC nella micro e macro progettazione

3) La condizione dell’infanzia e dell’adolescenza nei processi di sviluppo attraverso la lente dei diritti - specifico focus sulle dinamiche migratorie.

4) Partecipazione e ascolto delle persone minorenni quali condizioni imprescindibili per la sostenibilità dei progetti educativi

5) Relazione con il contesto locale, regionale e nazionale nel favorire una fuoriuscita sostenibile dai percorsi di accoglienza residenziale.

Leggi tutto: Progettare l'accoglienza - Percorsi di formazione educativa e psicosociale per operatori di...

2013 | ® Defence for Children International Italia

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.