viola-payoff

L'esperienza della tutela ha segnato la mia vita

caterina tutrice"Mi chiamo Caterina, ho 56 anni, sono mamma di tre figli e adesso tutore di un minore non accompagnato.

Il mio incontro con Defence for Children è legato al corso di formazione per tutori che ha sicuramente segnato la mia vita: con Pippo e Gabriella che mi hanno fatto strada nel mio cammino verso Tiefolo. Tiefolo bello come il sole, nero come il carbone, 17 anni e la risata contagiosa che grida la voglia di vivere. Per lui, come tutore, ho giurato di fronte al giudice fedeltà e diligenza e, come da sposa, mi sono commossa e la voce tremava. Con il passare dei mesi penso che il segreto di questa relazione stia proprio lì e la fedeltà e diligenza siano la risposta quotidiana al suo bisogno.

Per me essere tutori è prendersi l’altro sulle spalle, farsene carico tenendo fisso lo sguardo su di lui e il suo bene. Così con Tiefolo sono in tribunale, in questura, dalla prof, a bussare a porte in cerca di lavoro, con Tiefolo a toccare la prima neve, a mangiare la pizza e il couscous, a Natale in famiglia, a pregare: lui Allah e io Gesù Cristo, insieme. A Tiefolo che mi porta a casa gli amici, che mi chiama mamma e mi manda i cuori su WhatsApp, a Pippo che mi ha scavato nell’anima e, nel corso di formazione, è partito dal mio vissuto di bambina, a Gabriella che sorridente lavora nell’ombra, a tutta Defence che lotta per gli ultimi, agli altri tutori, agli operatori dei Servizi Sociali, agli educatori delle Comunità, a Ehis, Madiw, Abdul, Moussad, Dramane, Seidou, alla mia famiglia il mio grazie per essere con me in questa scelta che mi fa felice."

Caterina, tutrice

Genova, luglio 2018

Chi è il tutore volontario? Come si diventa tutori?

 

2013 | ® Defence for Children International Italia

Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.